TeleThon

visitatori 494974
utenti collegati 3
54.242.205.33

Nero Su Bianco - Associazione Culturale lunedì 11 dicembre 2017 ore 19:43:18
Cerchiamo_Denise

Imposta Nero Su Bianco come Pagina Iniziale Aggiungi Nero Su Bianco ai Preferiti Stampa questa pagina

home

accademia
corsi musicali
docenti
calendario lezioni
dove siamo
regolamento
allievi

associazione
chi siamo
statuto
manifestazioni
modulistica
bambini di carta
contatti

community
chat
forum
guestbook
mercatino
newsletter
utenti del giorno

utility
loghi & banner
download
link
almanacco
previsioni meteo
oroscopo musicale
metronomo online

area riservata
report allievi
grafico allievi
recupero password

Giorgio La Pira

Giorgio La Pira Nasce il 9 gennaio 1904 a Pozzallo, cittadina della Provincia di Ragusa in Sicilia. Primogenito di una famiglia di umili condizioni, solo a prezzo di grandi sacrifici riesce a diplomarsi in Ragioneria e poi a laurearsi in Giurisprudenza. Trasferitosi a Firenze con il suo maestro, ottiene un incarico (presto tramutato in posto di ruolo) di diritto romano. Tra il 1929 ed il 1939 svolge un'intensa attività di studioso che lo mette in contatto con l'Università Cattolica di Milano: entra così in amicizia con padre Gemelli e Giuseppe Lazzati. Si impegna a fondo nell'Azione Cattolica giovanile e nella pubblicistica cattolica. Scrive su numerose riviste, tra cui il famoso Frontespizio. Alla vigilia della guerra (1939) fonda e dirige, sotto il significativo titolo Principi una rivista nella quale - in pieno regime fascista - pone le premesse cristiane di un'autentica democrazia. I contenuti sono così trasparenti che il regime ne decreta brutalmente la fine. Tra il 15 luglio e l'8 settembre 1943 pubblica il foglio clandestino San Marco.

Il 23 settembre sfugge per miracolo ad una irruzione della polizia segreta che lo cercava per arrestarlo. Raggiunta Roma, nel 1944 tiene all'Ateneo Lateranense - su iniziativa dell'Istituto Cattolico Attività Sociali (ICAS) - un corso di lezioni seguito da una vera folla di giovani entusiasti. L'anno successivo queste lezioni vengono pubblicate sotto il titolo Le premesse della politica.

Giorgio La Pira Liberata Firenze l'11 agosto 1944, La Pira torna ad insegnare all'Università e collabora al quotidiano del Comitato di Liberazione Nazionale toscano La nazione del popolo. Nel frattempo approfondisce il suo pensiero in contatto con la cultura cattolica francese e con l'economia anglosassone. Sostiene il diritto universale al lavoro e l'accesso generalizzato alla proprietà. Frutto di questa riflessione sono alcuni volumi che hanno allora grande diffusione come La nostra vocazione sociale: Valore della persona umana.

Successiva

area docenti




© 2002-2017 Associazione Culturale Nero Su Bianco
Viale Papa Giovanni XXIII, 41/A - 97016 Pozzallo RG
0932 955718 - 338 4625161